Insegnamento

PROPOSTA PEDAGOGICA

⇒ Accogliere - Accompagnare - Promuovere lo sviluppo

Il progetto educativo e pedagogico dell’educazione cattolica si basa sulla considerazione della persona dell’alunno. Lo studente è accolto e accompagnato per tutta la durata della scuola per aiutarlo ad avere successo.

⇒ Apri uno Spazio di Fiducia

Crediamo nella capacità di ogni bambino o giovane di imparare e progredire nella conoscenza al fine di raggiungere un alto livello accademico mentre fiorisce. Concentrarsi sullo studente, Concentrarsi sullo studente è riconoscere anche che non tutti gli studenti hanno lo stesso rapporto con l’insegnamento. e che a volte è necessario offrire una varietà di percorsi pedagogici per facilitare l’acquisizione di una nozione ed un apprendistato.

⇒ Una Partnership con i Genitori

L’Enseignement Catholique est également soucieux d’associer les parents à la vie de l’école et à la réalisation de son projet. Nos établissements accueillent les familles et les font participer activement à leur fonctionnement.

Personnels de l’établissement, élèves et familles constituent la communauté éducative qui est invitée à réfléchir et à agir pour toujours mieux accueillir, accompagner et favoriser la réussite et l’épanouissement de l’élève.

⇒ Dei Professionisti Qualificati e Coinvolti

Notre principale force réside dans la qualité professionnelle et humaine de nos enseignants, personnels d’éducation et agents de service qui au quotidien accompagnent et rencontrent les élèves. D’une implication et d’une disponibilité exemplaires, les personnels de nos établissements sont attentifs aux élèves qui leurs sont confiés.

⇒ Educare a un "vivere insieme" che fiorisce

L’école, le collège, le lycée sont également des lieux de vie. Notre projet éducatif vise à favoriser un « vivre ensemble » fondé sur les valeurs de tolérance, de respect, de solidarité et de justice. L’ouverture au monde et aux autres ainsi que l’accès à la culture et aux activités artistiques, occupent une place centrale dans notre projet.

Come si studia l’Italiano al Saint-Dominique ?

Un articolo che spieghi la complessa e accurata organizzazione dell’insegnamento dell’italiano nel nostro Istituto, membro dell’AEFE,  l’Associazione delle Scuole Francesi all’Estero. L’istituto include classi dalla Passerelle – in cui i bambini, dai 16 mesi ai 3 anni, iniziano il loro percorso scolastico con una precoce sensibilizzazione e apertura alle diverse lingue – all’ultimo anno di liceo, la classe Terminale. Da notare che il diploma di maturità francese viene sostenuto alla fine del quarto anno di liceo. Si  evince, da quanto sopra, che tutti i principali insegnamenti avvengono in  Francese, con  insegnanti madrelingua. Essendo però una scuola francese in Italia, l’italiano è la seconda lingua appresa dai nostri studenti, come lingua straniera o lingua materna, a seconda della loro provenienza,  conoscenza, competenza. Ne consegue che l’Italiano è fondamentale e funzionale per l’apprendimento del francese e di altre lingue. Tutto il percorso scolastico dell’italiano è costruito tenendo in considerazione i programmi della scuola italiana e il Quadro comune Europero delle Lingue (C.E. F. R.).

 

Nido
Infanzia
1a e 2a Elementare
3a, 4a e 5a Elementare
Medie
Liceo

La classe Ponte accoglie bambini dai 16 ai 24 mesi di età e si propone come un nuovo e stimolante contesto aggregativo; non più asilo nido, ma neanche propriamente scuola. Un ambiente pensato appositamente per abituare gradualmente i più piccoli al futuro ambiente formativo.

Già dalla Scuola dell’Infanzia (Maternelle) sono impartite lezioni d’italiano quotidiane,  con insegnante madrelingua. Nei tre anni della scuola dell’infanzia, i bambini acquisiscono – attraverso storie, canti, filastrocche e giochi di gruppo – vocaboli  e strutture linguistiche che permettono loro di esprimersi nei vari campi semantici del quotidiano.

Nei primi due anni della Scuola Pimaria (CP e CE1) l’italiano viene insegnato dividendo la classe in due gruppi. Il gruppo dei Principianti lo apprende come lingua straniera. Il gruppo degli alunni quasi esclusivamente italiani, o con ottime conoscenze,  frequenta le lezioni di I. L. M. (italiano lingua materna) strutturato come corso di potenziamento linguistico, avvio alla lettoscrittura e alla comprensione dei testi. In particolare, al termine della classe seconda, i bambini posseggono le stesse conoscenze della lingua, scritta e orale, acquisita dai bambini di pari età frequentanti la scuola italiana.

Nelle classi Terza, Quarta e Quinta della scuola Primaria (CE2, CM1, CM2), per rendere l’apprendimento dell’italiano ancor più mirato, la divisione degli alunni è in tre gruppi: livello principianti per  chi lo studia come lingua straniera, livello intermedio  per gli alunni stranieri con buona conoscenza linguistica, livello avanzato per gli alunni italiani che proseguono l’apprendimento secondo i programmi e le competenze previste nella scuola italiana, in parallelo con il programma francese. Un insegnamento peculiare del nostro Istituto, impartito dalla terza alla quinta elementare è l’E.M.I.L.E, ovvero l’apprendimento dell’italiano attraverso discipline curriculari non linguistiche (storia, geografia e scienze). Ciò permette di ampliare la competenza linguistica ad ulteriori campi semantici e arricchire notevolmente la capacità di comprensione e d’espressione. Gli alunni del livello avanzato possono inoltre frequentare un’ora settimanale di potenziamento, la cui frequenza è facoltativa e fuori orario scolastico.

Un’ulteriore occasione per imparare la lingua e la cultura italiana – a cui teniamo molto – è fornito dal progetto OPERA, a cui partecipiamo da 10 anni coinvolgendo, nel tempo, le classi dalla materna alla scuola secondaria di primo grado. Abbiamo cantato con vivo entusiamo opere liriche come La Traviata, L’Elisir d’Amore, La Tosca, Don Pasquale, Cenerentola, adattate a bambini e  ragazzi da specifiche associazioni.

Anche nella Scuola Secondaria di Primo Grado (Collège) l’insegnamento dell’italiano avviene per gruppi di livello linguistico: Principianti livello A1, Intermedio livello A2 e Avanzato, con tre diverse insegnanti madrelingua. 
La nostra scuola si distingue dagli altri istituti francesi di Roma per il corso P.T.M.: Percorso Terza Media. Durante i tre anni (6, 5, 4ème), gli alunni interessati a sostenere l’esame di terza media seguono i programmi italiani (storia, geografia,  letteratura, analisi logica e del periodo, espressione scritta) per affrontare con un’ottima preparazione l’esame e ottenere il relativo diploma alla fine della classe 4ème,  corrispondente alla nostra Terza Media.

Dal primo anno della Scuola Secondaria di Secondo Grado (Lycée), ovvero dalla classe 3ème, che nel sistema francese conclude la scuola media, l’italiano è insegnato  nuovamente secondo il criterio della divisione degli alunni in gruppi di conoscenza linguistica: Livello B1 e  A2, assegnati a due insegnanti diverse. Un’ulteriore ora settimanale è prevista per agevolare l’apprendimento della lingua per i principianti.

In particolare, il livello B1 (continuazione ideale della terza media) approfondisce lo studio della letteratura attraverso l’analisi dei testi  e contestualizzazione dei brani letti dal punto di vista storico.  Gli studenti perfezionano anche l’apprendimento della grammatica italiana.

Al  liceo (Classi Seconde,Première e Terminale) prosegue la divisione degli studenti  in “italiano langue vivante” e ESABAC.

Nel primo  si studiano delle NOZIONI (come idea di progresso, miti eroi e spazi e scambi…) attraverso l’analisi di documenti scritti, audio e video. Nel  corso ESABAC, per i due ultimi anni di liceo, lo studio dell’italiano verte su tematiche generali (la bellezza, l’amore, la donna, la follia, .etc) ricostruite attraverso la letteratura italiana dalle origini al Novecento, in ordine cronologico e attualizzate ai nostri tempi.

L’Esabac consente di conseguire il doppio diploma: Diploma di scuola superiore italiana  e Baccalaureat francese. Esso permette l’accesso a tutte le università, italiane e non.

Spero che questo articolo abbia chiarito come  l’apprendimento dell’italiano all’Institut Saint Dominique sia accurato e di ottimo livello… Quasi quanto il francese!! E a questo punto è bene sottolineare anche l’ottimo livello d’insegnamento dell’Inglese, anch’esso impartito dalla scuola materna al liceo.

Concludendo, se  vi chiedete  perchè iscrivere i propri figli a una scuola fancese -altra domanda che spesso mi viene rivolta- la risposta è semplice: perchè la cultura, la lingua, la letteratura e la storia italiane non sono trascurate ma valorizzate in un quadro multiculturale che è lo specchio della società odierna.

icone_saint_dominique

Presentazione
dell'Istituto

L'Istituto in Foto

L'Istituto in Video

Prossimo Eventi......

Seguici