Matematica e il metodo Singapore

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

"Tutti bravi in ​​matematica!"

L’Institut International Saint-Dominique sperimenta il “Metodo Singapore” nelle classi di CP e CE1.

Dobbiamo far amare la matematica, condividere la sua bellezza, la sua onnipresenza nella vita quotidiana.

Sulla base dell’indagine condotta dalla rivista Le Point nell’ambito del suo numero speciale dedicato al metodo Singapore, l’Institut International Saint-Dominique ha deciso di testare e scoprire questo metodo. Su quale approccio, su quali principi si basa? Come metterlo in pratica? A scuola o a casa. Rappresenta un insegnamento elitario o è particolarmente adatto ad alunni con difficoltà e per i quali l’astrazione matematica è tanto più delicata?

Questo è un metodo esplicito che porta i bambini a:

  • ragionare, costruire significati e, di fatto, acquisire conoscenze più radicate;
  • vedere la presenza della matematica nella loro vita quotidiana;
  • spostarsi gradualmente verso l’astrazione.

I concetti di base e le 4 operazioni dalla classe di CP

Con il metodo Singapore, affrontiamo meno concetti, ma li affrontiamo in profondità. A scuola, “Singapore” richiede una progressione leggermente diversa da quella normalmente applicata. Invece di contare il lunedì, risolvere dei problemi il martedì, studiare le messe il giovedì, ecc. lavoriamo a fondo” su una nozione di base per diverse settimane. E siamo in grado di fare divisioni in CP! Perché? Come? Invitando gli alunni ad essere attori, a manipolare i cubi per scoprire come, ad esempio, distribuire equamente 15 cubi in 3 bicchieri, permettiamo loro di accedere al significato di moltiplicazione e divisione … prima di insegnare loro a “bene eseguire un’operazione” per trovare il “risultato corretto”. Agli alunni vengono forniti gli strumenti necessari per ragionare in autonomia, a supporto del proprio ragionamento. Questa pedagogia esplicita permette di evidenziare, di mostrare concretamente il risultato.

Costruire un senso

Il Dipartimento dell’Istruzione di Singapore vede la matematica come “il modo per sviluppare e migliorare le capacità intellettuali di un giovane adulto”. “Non si tratta di memorizzare formule”, ma di “imparare a pensare e mantenere i meccanismi del pensiero, le abitudini di ragionamento”. Secondo i ricercatori, nella matematica classica, il passaggio all’astrazione avviene troppo rapidamente, senza che il bambino abbia costruito un significato. Con Singapore impara a ragionare prima di passare alla tecnica, alla procedura, alla formula e alla scrittura di simboli matematici. Il metodo Singapore consente ai bambini di pensare e ragionare. Questa costruzione di significato è resa possibile in particolare da un altro principio fondante di questa pedagogia: la verbalizzazione.

  • Raccontare storie di numeri
  • Risolvere i problemi per arrivare al concetto

Ci auguriamo che questo possa far progredire tutti gli alunni, farli amare la matematica e condividere l’impegno dei nostri insegnanti in questo percorso.

Consultando questo sito accetti l'utilizzo dei "cookie". Cliccando su un qualsiasi link del sito si accetta implicitamente l'utilizzo dei cookie. Saperne di più